marilena.tumblr.com

ho aperto e chiuso molti blog, sono guest blogger qui e qui, ma solo sul mio tumblr esprimo in modo conciso e rapido (parte) di quello che penso. Mi piacerebbe essere 'sempre più e-commerce', per ora c'è "Home, Style, Shop". Tutti i miei spazi su www.marilenaporfiri.com
Una domenica di giugno, con il temporale che ti blocca in casa, tanto tempo e ancora più voglia di fare e costruire, sopratutto dopo questa ennesima settimana. Mi dedico un po’ al mio shop online. L’ho costruito su BigCartel, la piattaforma ecommerce che, un po’ come wordpress, da a tutti la possibilità di essere online, gratuitamente, con i propri prodotti. Nome: Home, Style, Shop. Ci vendo i pezzi comprati per la mia casa, ma già da reciclare; praticamente nuovi, ma già vecchi per il mio gusto. Ho fatto qualche prova anche con Shopify, piattaforma decisamente più evoluta e solida, se si vuole intraprendere, veramente, un business online. Peccato che, a parte il free trial, ci sia la fee mensile. Che poi tutto sta nel portare traffico al sito, altrimenti è come se non esistessi. Quindi provo a mettere su un pezzo anche su Etsy, marketplace stupendo per gli appassionati di handmade. Ho pubblicato il rework fatto alla credenza shabby chic del mio soggiorno. Per ora in svendita a 275€. La trovate qui. Se volete registrarvi e comprare, vi segnalo questo link. Otterrebe 5€ da spendere. Essendo usato, ho pensato di mettermi sotto anche con eBay e Subito. Entrambe con traffico naturale, quindi tante ricerche organiche, che potrebbero fare al caso mio. Ho già venduto due anni fa un tavolo, ora ci riprovo proponendo sedie (Colico, Kartel), lampade e cassettiera. Visto che oggi ho deciso di provare e, in generale, devo provare tutto quello che è “commece online”, per avere più possibilità di vendite (ho bisogno di liberare spazio nel mio piccolo appartamento!) ho acceso anche l’opzione “visibilità” da 4,5€ Vedremo chi venderà di più, per ora continuo a lavorare ai miei progetti, perchè si sa “Chi vuol esser lieto sia, di doman non c’è certezza”.

MILAN DESIGN WEEK 2014, A/R IN GIORNATA

Sveglia alle 5:30, primo Italo per Milano, percorso ottimizzato e mappa degli brand da visitare alla mano. La giornata sarà lunga e vogliamo vedere tutto il “fisicamente” possibile. Iniziamo con l’atteso EuroCucina. Delusione per le esposizioni troppo standard di cucine con pochi spunti creativi, compreso lo spazio Technology for the Kitchen. Per fortuna che c’è Csaba e il suo cooking show. Unica menzione per lo stand di Alpes-Inox.
Si passa al design svedese, i migliori Tom Dixon, Muuto e Norman Copenhagen. Tantissime le idee per le sedie, in generali ispirate a grandi classici, semplici e in legno naturale.
Per ultimo ci lasciamo gli stand di Twils, Baxter e Gervasoni. Qui tutto è da copiare: colori, accostamenti, freschezza.
Di corsa in metro per fare un giro in zona Tortona, dove, a parte la visita a Casa Facile e una mega fetta di white choc cale da California Bakery, la tappa da non perdere è Moooi. Il brand olandese si è davvero superato per atmosfera ed.. investimento creativo.
Ancora in metro, stavolta direzione Brera, per gustarsi l’atmosfera del design district, passare rapidamente da Society, Raw e.. tornare a casa con l’ultimo treno.
Ovvio che tornate a casa la voglia è una sola: rivoluzionare.

PER UN 2014 ALL’INSEGNA DEL D-I-Y
Un pizzico di creatività per realizzare il pacchetto regalo per un buono regalo comprato online (qui l’idea). Il mio augurio di buon anno per il nuovo blog della miticavale.

DETTAGLI
La casa ha compiuto circa due anni e nel frattempo si è arricchita di tanti dettagli. Oggetti e stili che adoro, che aiutano a renderla divertente ed accogliente. Sarà un percorso continuo. Ogni tanto mi piace invitare gli amici più cari, ma c’è ancora una lunga lista di invitati che aspettano!

ORGOGLIO
"corri e fottitene
dell’orgoglio
ne ha rovinati più lui
che il petrolio”

"Un egoiste, c’est quelqun’un qui ne pense pas a moi" e’ scritto sulla mia nuova sedia, ma con gli accenti

Dovrei ricominciare a scrivere più spesso, niente di troppo comprensibile, si capisce, qualche scatto amatoriale, una frase rubata da qualche libro. Perchè a me bastano due parole,”Overconfidence Effect”, per iniziare l’anno con una nuova bella consapevolezza: “the tendency to inflate our estimation of how much we know, and the false consensus effect, which is the inclination to believe that our own behaviour are the norm”. Ecco tutta questa roba non riuscivo a trovarla lo scorso anno e tutti parevano esserne pieni. E finalmente ho capito che non ne avevo bisogno.
The Mobile Book
& Thinking Fast and Slow

1st CHRISTMAS
Auguri al primo Natale della mia casetta, Auguri a me, che quest’anno ho capito che quello che volevo e ho raggiunto, mi porterà a cambiare ancora, perchè ancora più di prima, sopratutto, mi sento libera.

Dedicato a chi corre quando lo chiami e ha sempre la risposta giusta.

LUXURY ON THE RIVER
E’ online, ma è solo l’inizio. In bocca al lupo a questo nuovo posticino a Roma. Io continuerò con le mie dritte ‘notturne’ su seo, analytics e wordpress, che dopo quasi un anno di Sharepoint, è fare un bel passo nel passato, alla ‘self made woman’.